Seacell™: il potere delle alghe in una fibra

seacell

In risposta agli impatti sempre più dannosi del nostro ambiente, e dopo anni di intense ricerche, è nata la SeaCell™, una fibra prodotta da risorse rinnovabili.

L’ho scoperta circa 3 anni fa, in una delle mie sessioni di ricerca folle di attivi cosmetici innovativi, ma le sue origini risalgono a 10 anni fa circa, ad opera di un designer italiano che era molto attento alla sostenibilità (sua fu anche la creazione del tessuto in bambù che oggi è così ricercato). Alberto Zanrè, di ritorno dal Giappone, decise di applicare alcune tecniche sostenibili che aveva appreso nel paese del sol levante, per creare un tessuto innovativo, biodegradabile e realizzato con un processo circolare mediante l’uso delle alghe, molto utilizzate in Oriente.

seacell

Perché le alghe? Perché hanno la straordinaria capacità di proteggere la nostra pelle dalle dannose influenze ambientali a cui siamo esposti nella nostra vita quotidiana. L’alga kelp è ricca di sostanze essenziali come vitamine A, B, C ed E, oligoelementi, iodio, alginati, aminoacidi e sali minerali (Magnesio, Calcio, Potassio e Fosforo).

Queste sostanze aiutano ad attivare la rigenerazione cellulare, che a sua volta può aiutare ad alleviare le malattie della pelle, ridurre l’infiammazione e lenire il prurito. Il livello di idratazione naturale della pelle consente uno scambio attivo di quelle sostanze benefiche tra la fibra e la pelle, fornendo un notevole senso di benessere. Inoltre l’elevato livello di antiossidanti protegge la pelle dai radicali liberi.

Potevo forse non restarne affascinata?

Nasce così la fibra SeaCell™, composta per il 25% dalla lavorazione di un’alga bruna che si ricava nei mari freddi, l’Ascophillym Nosodum, che oggi è conosciuta come alga Kelp e dalla lavorazione del legno,  rigorosamente da fonti sostenibili e certificate, utilizzando metodi che risparmiano energia e risorse, ed è completamente biodegradabile.

La straordinarietà di questo processo sta nel fatto che riesce a mantenere inalterate le proprietà dell’alga, anche a seguito dei lavaggi, permettendo al tessuto, una volta a contatto con la pelle, di rilasciare tutti i suoi effetti: antinfiammatorio, decongestionante, tonificante ed efficace schermo contro raggi UV e radicali liberi.

 

Come viene prodotta la fibra SeaCell™

seacell

Innanzitutto c’è la raccolta delle alghe marine spontanee dell’ecosistema dei fiordi islandesi, mediante un processo delicato, sostenibile e rispettoso della pianta. Si rimuove solo la parte dell’alga che è in grado di rigenerarsi. L’alga è completamente non trattata e biologica e viene mantenuto tutto il suo valore ecologico.

L’alga viene quindi lavata, asciugata, macinata con cura e incorporata nella fibra di cellulosa, da cui vengono realizzati tessuti per un’ampia varietà di applicazioni.

La SeaCell™ è prodotta utilizzando il processo Lyocell, un metodo di produzione innovativo ed ecologico. La produzione avviene in un circuito chiuso senza che le sostanze chimiche vengano rilasciate come rifiuti. È uno dei motivi per cui l’Unione Europea ha assegnato alla procedura il Premio Europeo per l’Ambiente 2000 nella categoria “Tecnologia per lo sviluppo sostenibile”.

Un processo high-tech brevettato che garantisce una qualità che dura nel tempo, perché incorpora saldamente l’alga all’interno di una fibra di cellulosa naturale. Di conseguenza, le proprietà positive dell’alga vengono conservate permanentemente all’interno della fibra, anche dopo più cicli di lavaggio (il test di lavaggio a 50 cicli porta ad una diminuzione dell’efficacia dal 12% al 22%).

Perché l’ho scelta per Lace Beauty?

Questa fibra è stata per anni utilizzata nel settore dell’abbigliamento sportivo e intimo, oltre che per i tessili casalinghi. Avevo letto che applicazioni simili erano state fatte in chirurgia ricostruttiva e mi son detta: per la skincare Lace Beauty sarebbe perfetta.

Biodegradabile, biologicamente compostabile, 100% biologica, ecologica, non da reazione allergica e irritativa sulla pelle sensibile e non ne danneggia le cellule, in più aggiunge una sensazione liscia e setosa a qualsiasi tessuto. In più ha un effetto antiossidante dermatologicamente testato, è adatto alle pelli dei bambini e a quelle più sensibili.

Seacell

Gli effetti garantiti della fibra SeaCell™

Sapete che non sono solita parlare per sentito dire. Mi sono quindi accertata che ci fossero studi a supporto di questa straordinaria fibra e delle sue capacità.

Numerosi test di vari rinomati istituti hanno confermato la qualità e l’efficacia della fibra SeaCell™, vediamo alcune delle proprietà di questa fibra:

  • Idratante: la struttura porosa delle fibre SeaCell™ le rende particolarmente igroscopiche: assorbono quindi l’umidità in eccesso (il 50% in più del cotone), mentre la pelle assorbe gli elementi salutari rilasciati dalle fibre, donando al corpo una confortevole sensazione di fresco benessere.
  • Lenitiva: le naturali proprietà anti-infiammatorie e antipruriginose della SeaCell™ la rendono particolarmente adatta per chi soffre di malattie della pelle, come la psoriasi e le neurodermatiti, o in stati infiammatori causati da infezioni o reazioni allergiche.
  • Protettiva: la fibra SeaCell™ è stata certificata per il suo potere antiossidante dal laboratorio dell’Università Clinica di Jena in Germania tramite il test ABEL. Tale studio ha evidenziato che la fibra è in grado di inibire fino al 90% i radicali liberi denominati RNS e ROS, anche senza un contatto diretto tra pelle e tessuto.

Grazie alla sua raccolta ecologica e sostenibile insieme al processo delicato, la fibra SeaCell™ ha ricevuto il marchio Ecolabel UE e soddisfa i requisiti secondo la certificazione OEKO-Tex Standard 100 per i prodotti per l’infanzia.

Quali prodotti Lace Beauty contengono la fibra SeaCell™?

Il primo, di una lunga serie di prodotti, a contenere la fibra alle alghe è Laura, il panno in mussola a forma di rosa. L’ho pensato in alternativa alle spugne Jo e Kiku-san, per chi volesse un tocco ancor più delicato, senza perdere il piacere di utilizzare un device peer la detersione viso o la rimozione delle maschere.

A presto

Laura Sg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.